Pensierini

L'educazione dovrebbe inculcare l'idea che l'umanità è una sola famiglia con interessi comuni. Che di conseguenza la collaborazione è più importante della competizione. B. Russel

Nafn:
Staðsetning: ciampino, roma, Italy

föstudagur, júní 09, 2006

#10:Chi vuol capire...

....
Posa la penna, piega il foglio, lo infila in una busta. Si alza, prende dal suo baule una scatola di mogano, solleva il coperchio, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo. Nella scatola ci sono centinaia di buste uguali. Aperte senza indirizzo.
Ha 38 anni, Bartleboom. Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà un giorno una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e le scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei? Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle
-Ti aspettavo.
Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu si prenderà gli anni - i giorni, gli istanti - che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicara di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo
-Tu sei matto.
E per sempre lo amerà.

Efnisorð:

8 Comments:

Anonymous Il Cavaliere Nero said...

ma è vera questa storia? Secondo me quest'uomo amava più "il suo modo d'amare" piuttosto che quella povera sprovveduta che è venuta da lui.

8:58 e.h.  
Blogger quandofaremokantcanteremo said...

1) è un libro di baricco
2) i personaggi sono ritratti
3) il punto su cui volevo focalizzare l'attenzione non era quello :)

11:53 e.h.  
Anonymous Nafnlaus said...

Il punto è che se quei 38 anni non li avesse passati a scrivere lettere magari le stesse cose invece di metterle su carta in attesa di una persona immaginaria le avrebbe potute dire in faccia ad una persona reale.
Chi vuol capire... :)

ElenioCravizza

11:14 f.h.  
Blogger quandofaremokantcanteremo said...

a parte che mi parete tutti veramente privi di poesia ma vi state soffermando tutti sulla parte sbagliata, sono cmq sicuro che deve capire ha capito :)

4:55 e.h.  
Blogger giraffa said...

chi deve capire ha capito, fai bene ad esserne sicuro

10:20 f.h.  
Anonymous Nafnlaus said...

non sono di sicuro la persona che doveva capire...ma come ti ho sempre detto sei proprio un romanticone...a me è piaciuta...magari trovassi un ragazzo che mi svuotasse una scatola di mogano piena di lettere scritta ad un ipotetica anima gemella...sarebbe veramente un sogno...un bellissimo sogno!

1:31 e.h.  
Anonymous Il cavaliere nero said...

Il vero matto è chi vivendo con la sua anima gemella continua a scriverle lettere d'amore

12:06 e.h.  
Blogger quandofaremokantcanteremo said...

Quella è solo una persona innammorata :)

1:32 e.h.  

Skrifa ummæli

<< Home